View All

Dal Vivo

Ogni sera dalle ore 21. Ingresso Gratuito a tutte le serate.

100% fun. 100% free

I nostri artisti: bio, foto e video

Ogni sera dalle ore 21. Ingresso Gratuito a tutte le serate.

100% fun. 100% free

24/08/2017 - BANDABARDO

8 Marzo 1993. Quel giorno, oltre a festeggiare la donna, nasce la Bandabardò. Dal primo CD, “Il Circo Mangione” la Bandabardò ha fatto molta strada e molti, molti concerti, ma è sempre rimasta fedele allo spirito del primo album. La Bandabardò ha sposato in pieno la causa dei fricchettoni e del loro leader Fernandez. Siamo per la rivalutazione dei rapporti umani, dei miscugli razziali e culturali. Lottiamo per un mondo a misura di donna e di bambino e per vedere un giorno trionfare allegria e gentilezza.

25/08/2017 - MOLELLA

Hai voglia di dance all night?
Allora non puoi mancare all'appuntamento del Bum Bum Festival 2017 con il BUM BUM DANCE PARTY! Liberi come solo noi sappiamo essere. Con djs, mcs, dancers, effetti speciali e, soprattutto, con una voglia di divertirsi che non la batte nessuno. Siete pronti a ballare e cantare fino a notte? Non perdetevi il nuovo party più divertente dell'estate. Ospie Speciale: MAURIZIO MOLELLA!! Maurizio Molella, nome d’arte Molella, è un disc jockey e produttore discografico italiano che dagli anni 90 in poi si è contraddistinto per avere creato dei super successi discografici e per far parte del DeeJay Time. Radio, dj-set e successi discografici continuano a caratterizzare la sua vita. Attualmente, lo trovate in onda su m2o Radio dove conduce la m2o Club Chart, in onda il sabato dalle 14 e la domenica alle 18.

26/08/2017 - FRANCESCO GABBANI

Francesco Gabbani è un cantautore e polistrumentista nato a Carrara (MS) nel 1982. A febbraio 2016 Francesco vince la 66° edizione del Festival di Sanremo nella sezione nuove proposte con il brano “Amen” e si aggiudica il Premio della Critica Mia Martini nella sezione Nuove Proposte e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo. Il brano diventerà “disco d’oro” con oltre 25.000 copie vendute. “Eternamente Ora” (BMG Rights Management), l’album che contiene il singolo, entra nella Top 20 della classifica Gfk-Fimi degli album più venduti in Italia. L’11 febbraio 2017 Francesco Gabbani vince la 67° edizione del Festival di Sanremo con “Occidentali’s Karma” e, per la prima volta nella storia del Festival, un artista vince consecutivamente prima tra le Nuove proposte e poi tra i Big. Oltre al Festival, vince il Premio TIMmusic come brano più ascoltato sull’omonima piattaforma dedicata alla musica in streaming. Il 5 maggio esce il nuovo singolo "Tra le granite e le granate" che supera un milione di visualizzazioni in 24 ore. L'edizione internazionale "Magellan" esce il 12 maggio in Europa ed entra nella classifica iTunes in 13 paesi. Gabbani si classifica sesto alla 62° edizione dell'Eurovision Song Contest e vince il premio della sala stampa. Il 17 maggio “Occidentali’s Karma” ottiene il quadruplo disco di platino e continua il successo del brano anche in Europa (in Spagna è al 6° posto della classifica iTunes). Il 19 giugno 2017 è iniziato il nuovo tour che lo porterà, il 26/8, sul palco del Bum Bum Festival.

27/08/2017 - DARDUST

Dardust è il primo progetto italiano di musica strumentale capace di unire il mondo pianistico minimalista all’attuale immaginario elettronico di matrice nord europea. Dardust è un progetto ideato dal pianista, compositore e produttore Dario Faini che, partendo dalla scrittura di temi minimalisti, la impreziosisce con un soundscape di archi creati da Carmelo Emanuele Patti e con innovativi arrangiamenti elettronici curati insieme a Vanni Casagrande. Dardust è un sound crossover dal mood “pop” che va da Ludovico Einaudi ai Sigur Ros passando per il nuovo minimalismo dei compositori nord europei Olafur Arnalds e Nils Frahm, il tutto contaminato con incursioni elettroniche ispirate alle suggestioni electro-ambient di Jon Hopkins. Dardust è un progetto multidimensionale che unisce l’emozione della musica classica con influenze elettroniche nordeuropee, in una cornice live di sorprendenti effetti visual. Dardust è Dario Faini - pianista, compositore e produttore.

27/08/2017 - BIRTHH

Birthh è l’oscuro alter-ego di Alice Bisi, “la coscienza di una diciannovenne che spende la maggior parte del proprio tempo a pensare a eventi apocalittici”. Un personaggio che, per prendere in prestito il titolo di una delle canzoni del disco, si definisce “Queen Of Failureland”, una giovane regina che non trova pace: “I thought love was enough / But truth is love is dead”. Born In The Woods unisce la sensibilità di una scrittura cantautorale, dalle evidenti radici folk, alle ricercatezze degli arrangiamenti elettronici. Il vero elemento distintivo del disco restano le armonie vocali (artificiali e non), che portano le canzoni a climax dai toni quasi gospel, e fanno parlare l’intensa voce di Birthh direttamente al cuore.

28/08/2017 - MODENA CITY RAMBLERS

A quattro anni di distanza dall'ultimo disco di inediti tornano i Modena City Ramblers con l’album: "Mani come rami, ai piedi radici", uscito il 10 marzo per l'etichetta della band, Modena City Records, con distribuzione Believe, in cd e vinile a tiratura limitata. Rispetto ai loro ultimi lavori, in questa nuova avventura in studio i Ramblers fanno tutto da soli, con l'eccezione di un'unica collaborazione di enorme prestigio: la band americana Calexico, che impreziosisce di sapori desertici l'ammaliante ballata "Ghost Town", cantata in inglese e punto di approdo tra orizzonti morriconiani, celtici e tzigani. Tutti i brani sono stati scritti, arrangiati e prodotti dai Modena City Ramblers. In "Ghost Town" partecipano i Calexico, che hanno registrato le loro parti al Wavelab Studios di Tucson: Joey Burns (voce e chitarra elettrica), John Convertino (batteria), Jacob Valenzuela (tromba). Il loro spettacolo sarà, come sempre, un concentrato di energia-impegno-passione per una notte di festa da vivere insieme.

29/08/2017 - RUGGERO DE I TIMIDI

Crooner strambo, parodia del cantante beat, un incrocio improbabile tra Elio (quello delle storie tese) e Mal dei Primitives, un mix surreale tra gli Smiths e gli Squallor, tra Christian, i Santo California, i Dik Dik, Le Orme e Raffaella Carrà, Ruggero de I Timidi è il figlio illegittimo di una relazione tra un’orchestra di fine anni ‘50 ed il grande Freak Antoni: insomma, un neomelodico colto (in fallo), con la vocazione al demenziale raffinato. Ruggero è un mix perfetto tra modernità e sano vintage: E' il cantante da night che mancava in questi anni. Ruggero de I Timidi, cantante dalle sonorità senza tempo, ma dalle tematiche molto attuali, è stato partorito nel febbraio 2013 dalla mente di Andrea Sambucco, udinese trapiantato a Milano, che gli scrive le prime canzoni e lo indirizza sul palco. Ben presto Ruggero prende il sopravvento sul suo autore e comincia a vivere di vita propria, come un vero personaggio pirandelliano. Andrea Sambucco non può far altro che prenderne atto e aiutarlo dall'alto della sua esperienza. Sambucco ha infatti fatto parte del cast fisso di ZELIG (CANALE 5) passando per Wikitaly (RAI 2), Glob (RAI 3), per poi approdare a Quelli che il Calcio (RAI 2). A Radio Monte Carlo ha partecipato ai programmi Si salvi chi può, Plati-Network e No Comment. Da anni collabora con John Peter Sloan nella realizzazione dei suoi corsi di Inglese in dvd: Speak now, Da zero e English Express. Nel novembre 2014 Ruggero è stato finalista della trasmissione Tu si que vales in onda su Canale 5.

30/08/2017 - PUNKREAS

In quest serata vi presenteremo il "Lato Ruvido" del Bum Bum Festival: quello fatto di tanta energia, irriverenza ed ironia.
Sul palco i Maestri del punk-rock Italiano: i PUNKREAS! 25 anni sui palchi festeggiati con un nuovo disco che di titolo fa proprio "IL LATO RUVIDO".
Come dicono loro: “Con questo disco abbiamo semplicemente cambiato marcia e l'abbiamo fatto ripartendo da quello che, in fin dei conti, è sempre stato il nostro lato migliore: il lato ruvido". Questo disco è figlio di una fase particolarmente fertile per la band. Cippa, Paletta e Noise, accompagnati dallo storico batterista Gagno e dalla new entry Andrea “Endriù" alla chitarra, mettono a frutto un periodo di ritrovato entusiasmo, già trasmesso l'anno scorso durante il fortunato Paranoia Domestica Tour, realizzando un album che, per ispirazione e impatto, tiene certamente testa ai capolavori del passato della band. Il disco vanta diverse collaborazioni e featuring importanti: LO STATO SOCIALE nel brano “In Fuga", MODENA CITY RAMBLERS nel brano “Modena – Milano", TITO FARACI, autore del testo in “Picchia più duro" e il giovanissimo rapper Shiva, in “Va bene così".
Il concerto, come sempre, sarà travolgente!! #pogooooo

31/08/2017 - EX-OTAGO

Per la prima volta sul palco del Bum Bum Festival sono in arrivo gli Ex-Otago: una delle novità musicali Italiane di maggior successo degli ultimi mesi. Il 7 Aprile 2017, è uscita una nuova versione dell’album “Marassi” degli Ex-Otago, o meglio StraMarassi come piace ricordare alla band di Genova. Come ricorda la band, "StraMarassi è un'evoluzione di Marassi, un po' come mettere il 70 o la Malossi sul cinquantino. Stramarassi è Marassi più ricco e vario". L’idea del nuovo progetto è nata dopo la prima collaborazione con Jake La Furia per il singolo “Gli Occhi della Luna”, tutt’ora in rotazione radiofonica. Da qui il desiderio allargare l’invito anche ad altri autorevoli artisti che volessero arricchire, con il loro contributo, i 10 brani originali di Marassi. L’album conterrà 2 CD, di cui Marassi nella versione originale sul CD1 e le 16 nuove versioni tra featuring e remix sul CD2. Tra le varie collaborazioni sono presenti: Eugenio Finardi su “I giovani d’oggi”, Caparezza su “Ci vuole molto Coraggio”, Dardust su “Cinghiali Incazzati”, Willie Peyote su “La Nostra Pelle”, Mecna su “Stai tranquillo”, Marianne Mirage su “Mare”, Levante su “Quando sono con te”, España Circo Este su “Non molto lontano” e Bianco su “Sognavo di Fare l’Indiano”. Ad arricchire ulteriormente il contenuto, sono presenti i remix di vari brani.

01/09/2017 - SAMUEL HERON

Samuel Heron nasce a La Spezia nel 1991 e si appassiona al ballo già dall'età di 11 anni. Le prime tracce online risalgono al 2012, anno in cui si trasferisce a Milano con Mike24, rapper avellinese, con cui fonda un gruppo: i Bushwaka. Scioltisi nel 2016, ha iniziato pubblicare una serie di singoli co-prodotti con Pankees. Al momento sta suonando in giro per l'Italia ed è un campione di visualizzazioni e contatti sui social.

01/09/2017 - MUDIMBI

Iniziamo col fatto che Mudimbi si chiama realmente Mudimbi, Michel Mudimbi. Di origini Italo-Congolesi, nato e cresciuto a San Benedetto Del Tronto inizia con il rap attorno al 2000 e, per sua stessa ammissione, impiega “circa 6 anni prima di riuscire a scrivere una rima decente”.Nel 2013 pubblica la traccia e il video di “Supercalifrigida”, che immediatamente spopola su trapmusic.net e da lì arriva fino a Radio Deejay, la quale chiede a Mudimbi di realizzare un jingle per il programma condotto da Albertino, Asganaway, proprio sulla base di “Supercalifrigida”.Arriva nel 2014 il suo primo disco intitolato M, un EP di 5 tracce, diversi generi musicali, ed un nuovo videoclip per il primo singolo estratto “Balb & Tando”. Mudimbi non solo è autore di tutti i suoi testi, ma è anche il creatore di un immaginario supercolorato avendo curato personalmente tutti i suoi videoclip: uno dei migliori è senz'altro “Pistolero” prodotta da Elisa Bee.Nella prima parte del 2017 è uscito "Michel": il suo primo album ufficiale (WARNER MUSIC). Parlando di "Michel" Mudimbi dice: "Volevo che quest'album fosse onesto (più onesto della foto in copertina non c’è nulla), vario (tutta la musica che c’è dentro parla da sé) e che il disco fisico non fosse utile solo a prendere la polvere”. Imprevedibile, ironico e pungente, Mudimbi torna con il suo rap contaminato di trap (e di tante altre cose) con 12 brani da ascoltare e ballare.

02/09/2016 - HOLI, IL FESTIVAL DEI COLORI

Una giornata speciale, con tempistiche riviste: si inizia alle ore 17!
Dopo le oltre centomila presenze dello scorso anno, riparte la festa più colorata dell'estate promossa dalla società Different Colors, la prima in Italia ad importare il party che si ispira alla tradizionale festa indiana di Primavera. Raccontare l'epopea di Holi On Tour - Il Festival dei Colori è narrare di emozioni e colori, di gioia e divertimento. Dal fenomeno virale della foto del bacio di due innamorati, alla decisione del regista Fausto Brizzi, autore tra gli altri di Notte prima degli esami, di scegliere l'Eutropia Festival di Roma nella notte dei colori come cornice per il suo film Forever Young, facendo finire l'Holi On Tour persino sul grande schermo. Ma ciò che veramente distingue gli organizzatori veneti rispetto a tutte le altre realtà, è la decisione di lavorare nel segmento dell'economia della felicità, valorizzando il karma. Infatti, grazie alla collaborazione con la Fondazione Fratelli Dimenticati Onlus di Cittadella, l'Holi On Tour finanzia un progetto a sostegno dei bambini audiolesi a Nandanagar, un villaggio nel Nord-Est dell'India. Al solito, sarà un mix di dj set dall’elettronica al rap grazie al collettivo Catch a Fire Sound, capace di far ballare migliaia di giovani dal pomeriggio a notte al ritmo dei countdown al termine dei quali tutti getteranno in aria sacchettini di polvere colorata.

03/09/2017 - ARPIONI

Fu nell'autunno del 1989 che in un garage di una casa bergamasca a cinque ragazzi venne voglia di cominciare a suonare ska. La passione per l'original ska giamaicano era il denominatore comune e da quello si partì. Dopo centinaia di concerti e le prime produzioni discografiche, travalicano i confini nazionali. Nel 1998 l'incontro con Laurel Aitken, uno dei fondatori del genere e una serie di concerti indimenticabili. Nel 1999 l'incontro con l'istrionico Navarro Tonino Carotone, che parteciperà come ospite a tre dischi e con cui inizierà un sodalizio interrotto solo nel 2008 con lo scioglimento del gruppo. Nel 2005 la pubblicazione del loro quinto e ultimo lavoro "Malacabeza", che sarà il loro disco di maggiore successo, con collaborazioni importanti, come quelle di Roy Paci e degli attori Valerio Mastrandrea e lele Vanoli; con il ripescaggio de "Una storia disonestà", tormentone della fine anni 70 del novecento, arrangiata con la supervisione e il contributo canoro di Stefano Rosso, che ne fu autore. Dopo tre anni di tournée ininterrotta la decisione di fermare la macchina e scendere, nel 2008. Dopo otto anni in cui l'affetto dei fans e l'ascolto e il download da parte di appassionati di ogni dove non è mai venuto meno ora la decisione di tornare per una serie di concerti con un piccolo tour chiamato “Una volta ancora”, per riproporre un repertorio fatto di storie di lotta e di vita e per uno show da ballare e cantare insieme dall'inizio alla fine.